preloader

Lo sapevi che l’addolcitore domestico… aggiunge all’acqua il sodio, causa di ipertensione?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sulla base di forti e consolidate evidenze scientifiche, consiglia infatti un consumo moderato di sale (o cloruro di sodio, NaCl), poiché favorisce l’aumento della pressione arteriosa, principale causa di infarto e ictus, la calcolosi renale, l’osteoporosi ed alcuni tumori. Non a caso, il sodio nell’acqua potabile non può superare i 200 mg/l (DL 31/2001).

L’addolcitore domestico, elimina il calcare, ma addiziona all’acqua utilizzata per bere e cucinare sodio (4,6mg ogni grado di durezza 1°F); sodio che va naturalmente ad aggiungersi a quello già presente naturalmente. In zone con acqua molto dura (30-40 °F), si potrebbero quindi generare acque addolcite con valori di sodio vicine o addirittura oltre i limiti di legge e, in ogni caso, poco salutari!    

Autore avatar
hydropath

Posta un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SPEDIZIONE GRATUITA Dal lunedi al venerdi mattina viene data immediata conferma di ordine e la spedizione avviene in giornata. Per gli acquisti effettuati dal venerdi pomeriggio alla domenica, la conferma d'ordine e la spedizione saranno fatti il lunedì successivo.